Vuoi iniziare ad essere te stesso?

Sono qui per aiutarti.

 

L’unico modo perché le cose cambino

“Ero solito dire, ‘Spero davvero che le cose cambino.’ Poi ho imparato che l’unico modo in cui le cose cambieranno è quando cambio me stesso”

Jim Rohn

Perché parlare di cambiamento oggi?

È vero sì che il periodo che stiamo vivendo comporta il fatto di rimettersi in discussione per poter prendere delle decisioni che non erano mai state prese prima, è altrettanto vero che chiunque voglia iniziare o continuare un percorso di crescita personale o professionale avrà sentito parlare di cambiamento un giorno sì e un giorno no, e che sia continuamente alla ricerca di nuovi modi da sperimentare e di nuove prospettive da cui guardare il proprio mondo, ma è altrettanto vero che, volenti o no, tutti noi cambiamo nella vita, giorno dopo giorno, anno dopo anno.

Non possiamo dire di essere rimasti esattamente gli stessi dal giorno in cui siamo venuti al mondo, e questo non è dovuto solo a tutto quello che ci è successo, a fattori esterni, a casualità, ai luoghi in cui siamo stati e alle persone che abbiamo incontrato, ma anche semplicemente al fatto che la terra ha fatto il giro attorno al sole parecchie volte da allora. Ci modifichiamo senza rendercene conto.

Il cambiamento fa parte della natura umana e continua a lavorare per noi ininterrottamente da sempre.

Spesso ci si limita a percepirlo solo come una conseguenza di un evento, di una decisione, di una conclusione.

Se ci pensi bene, quando ti trovi a desiderare che qualcosa là fuori cambi, o perché non ti va bene o perché “non dovrebbe andare così”, o perché non è giusto, o perché qualcuno si sta comportando come non dovrebbe, sai già da subito che c’è bisogno di mettere in atto dei cambiamenti!

Sai che ce n’è bisogno, che le cose possono evolversi in meglio e che tutte le persone coinvolte ne potrebbero trarre un beneficio, compreso te.

Questo ti porta a concentrarti su tutto quello che noti che potrebbe migliorare, o magari su ciò che per te è fonte di problemi, o magari su quello che potresti avere per stare meglio, oppure sulle persone con cui fai fatica a relazionarti perché non ti capiscono.

Portando l’attenzione lì, il rischio è di dimenticarsi che crescere, stare bene, sentirsi realizzati, dipende soprattutto da noi, dal nostro atteggiamento mentale e dai comportamenti che ne derivano.

 

Per quanto tu possa mettere in atto delle azioni per cambiare quello che ti sta attorno, il più grande cambiamento, quello che ti porta i maggiori risultati e farti crescere nel corpo, nella mente e  nell’anima, è quello che agisce al tuo interno e ti trasforma nella persona che vuoi essere.

Come dice Jim Rohn, se vogliamo cambiare quello che sta all’esterno, dobbiamo partire da noi.

Che equivale a dire che è necessario mettersi davanti ad uno specchio e guardarsi negli occhi: prendere in considerazione se stessi, nella propria autenticità, nelle proprie capacità e possibilità, e rimanere aperti a nuove esperienze, sperimentando nuovi punti di vista e abbandonando le convinzioni che frenano come “ho sempre fatto così, perché cambiare?”

Se tieni la rotta nella direzione che desideri, può succedere che qualcosa accada.

Se resti nel presente e sei consapevole di quanto stai mettendo in atto, può succedere che qualcosa ti sorprenda.

Rimani fedele a te stesso, questo è il presupposto per un cambiamento interiore profondo, gratificante e autentico.

Che equivale a fidarti pienamente delle tue capacità, delle tue intuizioni, delle tue emozioni, aprendoti ad accettare la tua unicità.

Rimanere fedeli a sé e cambiare insieme? Sì, esattamente.

Ti può sembrare che mettere insieme qualcosa di “statico” a qualcosa di “dinamico” possa compromettere un aspetto o frenare l’altro.

Il risultato non è la semplice somma dei due, è una spinta potenziante nella direzione giusta, che apre alla crescita e alla piena realizzazione di sé.

Sei nato con un potenziale elevato, completo ed utile per raggiungere il tuo scopo nella vita, nella versione più originale di te stesso. Sei cambiato, lo so. Sono passati gli anni e non potevi rimanere esattamente come quando sei venuto al mondo.

Ma hai sempre la possibilità di realizzare quello che desideri per te, di andare incontro al tuo scopo.

Per questo, cambierai ancora, ma rimarrai fedele a te stesso.

Nessun commento

Scrivi un commento